Struttura del Premio

L’originario ‘Premio Viareggio’, fondato nel 1929 e divenuto ‘Premio Viareggio-Rèpaci’ dopo la morte del fondatore nel 1985, è così articolato:

 1. Premio Letterario Viareggio-Rèpaci

Dedicato a opere scritte in italiano da autori di nazionalità italiana,  pubblicate nel periodo compreso tra il 1° giugno dell’anno precedente e il 31 maggio dell’anno in  corso. La proclamazione dei vincitori avviene a Viareggio durante la stagione estiva. Si suddivide:

Premio Viareggio-Rèpaci per la Narrativa

Premio Viareggio-Rèpaci per la Poesia

Premio Viareggio-Rèpaci per la Saggistica 

2. Premio Internazionale Viareggio-Versilia

Dedicato a personalità di fama internazionale che abbiano speso la vita per la cultura, l’intesa tra i popoli, il progresso e la pace. Assegnato come ‘Premio Internazionale’ fin dal 1967, è istituito e registrato a statuto nel 1975 al momento della donazione del Premio alla città di Viareggio. La proclamazione del vincitore avviene a Viareggio congiuntamente alla cerimonia di assegnazione del Premio Viareggio-Rèpaci per la Narrativa, Poesia e Saggistica 

3. Premio letterario Viareggio-Rèpaci/Autore dell'anno

Dedicato ad un autore per la sua attività complessiva; consiste nella proclamazione di “Autore dell’anno”. Istituito nel 2007 come Premio Letterario Viareggio Tobino.

4. Premio Giornalistico Viareggio-Rèpaci

Dedicato ad un articolo o ad una serie di articoli apparsi sulle pagine culturali di giornali e periodici o sul web, scritti in una delle lingue dell’Unione Europea negli ultimi cinque anni. La proclamazione degli articoli premiati avviene in coincidenza con la divulgazione delle opere finaliste del Premio Viareggio-Rèpaci per la Narrativa, Poesia e Saggistica. Istituito nel 2007 come Premio Giornalistico viareggioterzapagina-Cesare Garboli.